RESOCONTO PER GLI AMICI – 25 DICEMBRE 2006, ORE 02.00 CIRCA.

Pubblicato: 12 gennaio 2007 in Vita Vissuta

Premessa:
tengo a precisare che i fatti di seguito esposti non sono frutto della mia immaginazione, ma corrispondono alla realtà.
ho cercato, per dovere di cronaca, di essere il più preciso e distaccato possibile nell’esposizione.

Ritornando a casa dopo aver passato la vigilia di Natale con la morosa, decido di passare davanti al bar per vedere se sia rimasto in giro ancora qualche ubriacone dei miei amici.
E’ chiuso ma, con mio grande stupore vedo, lì davanti, il seguente tridente, nella seguente disposizione: G.R., seduto sul gradino della vetrina del bar, in apparente coma etilico, con la testa appoggiata allo stipite, lo sguardo assente e i jeans fatti sù fino alle ginocchia, nonostante la temperatura sia prossima allo zero; A.R., in condizioni medie, che si sorregge con la fronte appoggiata al muro del bar; D.R., evidentemente sovraeccitata, che saltella sulla strada come un lupetto/gatto selvatico.
Incuriosito da questa insolita e variegata comitiva, mi fermo a chiedere spiegazioni in merito. Mi viene riferito dall’unica in grado di parlare (D.R.), anche se in modo sconnesso, che il brindisi di Natale si è protratto un po’ oltre e che la maggioranza della compagnia si è ridotta in condizioni al limite della decenza. Vengo altresì informato che c’è in giro ancora anche S.B., che si è momentaneamente assentato per andare a prendere dell’acqua. Tale bevanda, a detta della stessa D.R., servirebbe a G.R. per riprendersi.
Io obietto che l’acqua non mi risulta essere un decongestionante, tanto meno in pieno inverno e all’aperto. Le mie osservazione vengono ignorate e S.B., che nel frattempo è arrivato con una bella bottiglietta da mezzo litro di Boario naturale fredda di frigorifero, la consegna G.R. Lui, senza farselo dire due volte, se la tracanna in un paio di sorsate e, come previsto e prevedibile, pochi millesimi di secondo più tardi, rigetta senza ritegno.
Mi piacerebbe far notare che l’avevo detto, ma preferisco lasciar perdere, anche perché, nel frattempo, dall’angolo di via Roma, vedo spuntare la coppia SB.-E.N. Fin qui niente di strano, sennonché i due stanno portando a mano una bicicletta. La cosa di persé non sarebbe poi tanto eccezionale, se non fosse per il loro impeccabile abbigliamento Natalizio e la temperatura prossima al sotto-zero. Ne chiedo conto, ma ottengo solo risposte vaghe e confuse, e preferisco allontanarmi alla svelta, appena in tempo per non vedere la E.N. che dà di stomaco, sorreggendosi al muro di fronte al bar.
Propongo allora di andarcene tutti a casa, ma noto che G.R., con scarsa lungimiranza, è uscito in macchina.
Memore io del suo tentativo (di poco fallito) di entrare nel giardino della famiglia B. passando attraverso il muro di cinta (impresa invece riuscita brillantemente a A.B. che l’anno prima penetrò nella recinzione in calcestruzzo di casa del Dr. B.), propongo al S.B. di guidare lui, nonché di parcheggiare nel box la macchina del G.R. stesso.
Non l’avessi mai fatto: alzare il G.R. da terra , oltre a rivelarsi impresa ardua, è risultato essere rischioso per l’incolumità dei miei indumenti, visto lo sporco tutto in torno.
Una volta arrivati poi davanti al cancello di casa sua, si è dovuto attendere un buon quarto d’ora, prima che riuscisse a trovare la chiave, nonché la coordinazione necessaria per compiere l’operazione di infilaggio nella serratura e del mezzo giro della chiave stessa in senso orario.
Si è poi riusciti a indirizzarlo nell’androne del condominio e lasciarlo al proprio destino, confidando che il fato gli concedesse di arrivare fino al secondo piano per, se non altro, addormentarsi sullo zerbino di casa sua.
Fatto ciò, quando ormai si erano fatte le 03.00 abbondantemente passate, con mio grande sollievo, sono potuto andare a casa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...