INSTANT CULT

Pubblicato: 26 novembre 2008 in Passioni

Prima di decidermi a parlare di Twilight (il film, non il libro che non ho –ancora – letto) ho dovuto rifletterci per qualche giorno.

Quando un’opera, che sia un film, un libro o un album, ha un successo così clamoroso e diventa cult ancora prima di essere visto (letto o ascoltato) è inevitabile, per me, essere scettico, per non dire prevenuto (in senso negativo, ovviamente).

Di contro sarebbe anche facile fare lo snob e liquidare la faccenda definendola una storia adolescenziale, facile, e tutti gli aggettivi (più o meno) sprezzanti che gli si vogliono affibbiare.

Ma stavolta (a differenza, per esempio, del caso “Il codice Da Vinci), io sto con la massa.

Forse perché andando a vedere Twilight non avevo particolari aspettative (non sapevo nemmeno che questa Stephenie Meyer fosse un fenomeno letterario mondiale, figuriamoci): non mi aspettavo un horror da infarto, non mi aspettavo un thriller da panico, non mi aspettavo proprio niente.

Ma quando è finito devo dire che mi sono ritrovato soddisfatto. Forse perché vi ho trovato degli spunti interessanti, come i vampiri “coscienziosi” che cercano di non attaccare gli umani; forse perché la colonna sonora mi è sembrata azzeccata e piacevole, in particolare quando esplode Supermassive black hole dei Muse; forse perché alcune scene mi hanno appassionato, come la partita a baseball durante il temporale o l’incontro fra la protagonista e il suo “cacciatore”.

L’appunto che gli posso fare è che, forse, sarebbe potuto essere un po’ più “cattivo”, ma allora, probabilmente, sarebbe tutto un altro discorso.

Ah, e un’altra cosa… Twilight, degli U2, ci sarebbe stata nella colonna sonora…

Annunci
commenti
  1. aoirghe ha detto:

    leggi i libri, sono anche meglio 😉

  2. Imma ha detto:

    Ho visto il film sabato e domenica avevo tra le mani il libro “Twilight”, potete immaginare quello che penso del film…!
    Mi ha emozionata e non esagero, l’alchimia che c’è tra i due protagonisti è sensazionale. DA VEDERE

  3. Gabriele ha detto:

    già. ma quanto è credibile la recensione di una persona che ripete le stesse ingiurie almeno 5 volte in 4 righe?

  4. Imma ha detto:

    Ammazza che batosta! Quello non è un commento…cmq per quanto mi riguarda non ha capito un beeeepp del film! Ma cosa si aspettava?? e’ chiaro che come tutti i film può piacere o meno ma, forse, ha rilasciato critiche negative in modo eccessivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...