IDOLATRAMI, SONO UN BASTARDO

Pubblicato: 22 gennaio 2011 in Sfoghi Impietosi

La domanda è semplice. E la risposta scontata.

Come la prenderesti se, andando al cinema, trovassi in tabellone un film con protagonista l’assassino di tuo marito, o moglie, o figlio, o fratello?

Prima di rispondere, però, tieni ben presente due cose.

1: Quando dico assassino, voglio dire omicida plurimo, rapitore, rapinatore e, resto sul vago, criminale non pentito.

2: Quando dico protagonista del film, non dico protagonista denigrato, protagonista stigmatizzato, protagonista biasimato.

Guardando il film infatti tu, che sia un prossimo di una delle vittime, uno dei rapiti, uno dei rapinati, ti accorgerai che l’assassino viene esaltato come una rockstar, come un divo di Hollywood, come un Cristiano Ronaldo che si fa una tipa diversa a ogni trasferta del Real Madrid.

Il film racconta la bella vita dell’assassino, finanziata da rapine e omicidi e rapimenti, in versione patinata come se fosse un romanzo di fiction. Come se fosse la storia di un Fabrizio Corona che fa il bullo in tv.

Ma chi si stupisce. Figurati.

Abbiamo quello che ci meritiamo. Lo penso davvero.

E forse è meno grave mitizzare un criminale, piuttosto che un tronista o un concorrente del Grande Fratello.

Un abbraccio sincero, comunque, a chi è stato, in qualsiasi modo, vittima dell’assassino in questione. Loro sì, che sono protagonisti di quel film del cazzo che è la vita.

p.s. Il film, ovviamente, non l’ho nemmeno visto. Ma mi gioco la testa del regista che non mi sbaglio.

Annunci
commenti
  1. Lo ha detto:

    Ma è un film!

    • Gabriele ha detto:

      ah, è vero. allora voglio fare un film sul mostro di firenze. il protagonista sarà raoul bova, e ucciderà e violenterà con gran classe.

      • aoirghe ha detto:

        infatti l’hanno fatto (senza raoul bova). io vallanzasca non l’ho visto, ma il cinema è come la letteratura, è talmente democratico che ognuno può raccontare ciò che vuole con l’ottica che vuole (opinabile o meno, ma è così).

      • Gabriele ha detto:

        giusto. ma io mica ho detto che non lo doveva fare. ci volevo solo vomitare sopra. C-:

  2. rosaria ha detto:

    Gabry purtroppo il mondo funziona all’ incontrario…….posso dire che scrivi in un modo talmente piacevole che sono passate quasi 2 ore da quando ho aperto il tuo blog e non me ne sono proprio accorta!!!!!!!!!!

  3. Gabriele ha detto:

    Grazie, troppo gentile!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...